Marco Aurelio frasi, aforismi e pensieri da ricordare

Di memorabili frasi Marco Aurelio ne ha lasciate tante: sebbene “Pensieri” sia la sua unica opera conosciuta, in essa ritroviamo una moltitudine di aforismi, frasi, ricordi e pensieri di grande saggezza ed utilità. Ho già riportato varie citazione nel mio articolo dedicato alle sue “Meditazioni” (uno dei vari titoli con cui è stata pubblicato il suo capolavoro), ma il testo è talmente ricco da meritare un articolo a parte con una selezione di frasi, aforismi e pensieri di Marco Aurelio.

Chi è Marco Aurelio

Marco Aurelio frasi, pensieri ed aforismi
Grazie alla ricostruzione grafica dell’artista Haroun Binous, possiamo vedere quello che dovrebbe essere stato il vero volto di Marco Aurelio.

Marco Aurelio è stato un imperatore e filosofo romano vissuto nel II secolo dopo Cristo. La sua grande cultura e la sua saggezza traspaiono nell’unica opera che sembra averci lasciato: quei “Pensieri” in cui troviamo tantissime frasi, aforismi e citazioni di cui fare tesoro. Marco Aurelio è anche considerato come uno degli esponenti più autorevoli dello stoicismo, una corrente filosofica che continua ad esercitare grande fascino ed impatto. Di seguito quelle che a mio avviso sono le frasi più significative di Marco Aurelio

Frasi Marco Aurelio: le 10 migliori tratte da suoi “Pensieri”

  1. “Bisogna dunque cercare di evitare, nella tessitura dei pensieri, ciò che è casuale e futile e, soprattutto, la curiosità e la malignità, e abituarsi a pensare solo a quelle cose che, se all’improvviso qualcuno chiedesse: «A che cosa stai pensando ora?», tu gli risponderesti subito con franchezza: «A questo, a quello»” (Libro III, 4)
  2. «Me infelice, perché mi è capita questa disgrazia!”». Al contrario: «Me felice, perché, malgrado la disgrazia che mi è capitata, continuo imperterrito, non abbattuto dal presente né spaventato dal futuro” (Libro VI, 49)
  3. Quando sei come costretto dalle circostanze a turbarti, rientra subito in te stesso, e non uscir di misura più di quanto sia necessario, perché tornando continuamente all’armonia ne diverrai sempre più padrone” (Libro VI, 11)
  4. “Io invece se non  penso che ciò che mi è capitato è un male, non ne riporto proprio nessun danno. Il non pensarlo è una cosa che mi è sempre possibile” (Libro VII, 14)
  5. “Abituati ad ascoltare attentamente ciò che gli altri dicono, e cerca di penetrare il più possibile nell’anima di chi parla.” (Libro VI, 53)
  6. “Ricordati, pertanto, in ogni circostanza dolorosa di ricorrere a questo principio: questa non è una disgrazia, anzi è una fortuna il sopportarla coraggiosamente” (Libro IV, 48)
  7. “Non considerare le cose assenti come se ci fossero già, ma, fra le presenti, scegli quelle più favorevoli e grazie a queste ricordati di come le cercheresti, se non ci fossero“. (Libro VII, 27)
  8. Si perde lo stesso a morire sia vecchissimi sia giovanissimi, perché il presente è l’unica cosa di cui si può essere privati dato che è l’unica cosa che possediamo, e nessuno può perdere ciò che non possiede” (Libro II, 14)
  9. “Non vivere come se tu avessi ancora diecimila anni da vivere. Il fato incombe su di te. Finché vivi, finché ti è possibile, diventa buono” (Libro IV , 17)
  10. Mi sono spesso meravigliato di come ognuno ami se stesso più di tutto eppure, su se stesso, tenga il proprio giudizio in minor conto di quello altrui” (Libro XII, 4)
Marco Aurelio frasi: uno dei suoi pensieri più belli

Marco Aurelio: altri pensieri ed aforismi da ricordare

  • “L’uomo che insegue la fama presso i posteri non pensa che ciascuno di coloro che lo ricorderannno morirà ben presto a sua volta e che lo stesso avverrà dei suoi successori, fino alla completa estinzione del suo ricordo”. (Libro IV, 19)
  • “Se, in effetti, sopprimessimo la maggior parte delle nostre parole e delle nostre azioni in quanto non necessarie, avremo più tempo e più calma. Ecco perché dobbiamo ripeterci ad ogni occasione: è cosa necessaria, questo, o no?” (Libro IV, 24)
  • “Quando sei riluttante ad alzarti, al mattino pensa subito: “È per adempiere il mio dovere di uomo che mi alzo. Perché lamentarmi, allora, se mi avvio a compiere ciò per cui vivo e grazie cui sono al mondo? (…) La verità è che tu non ti ami, altrimenti ti ameresti anche la tua natura e le tue esigenze. Altri che amano davvero il loro mestiere, sono tanto assorbiti da ciò che fanno, che dimenticano persino di lavarsi e di mangiare. (Libro V, II)
  • “Ama il mestiere che hai imparato e contentatene” (Libro IV, 31)
  • “Certe persone se fanno un favore a qualcuno, sono subito pronte a metterglielo in conto. Certe altre, invece, non sono così pronte a farlo, ma considerano tuttavia debitore in cuor loro il beneficato e hanno pena coscienza di  ciò che hanno fatto. Altre ancora, in un certo senso, non sanno neppure di aver fatto un favore. (….) Anche queste persone, dopo aver fatto del bene, non lo sanno ma continuano a farne dell’altro, come la vite continua a produrre nuovi grappoli alla sua stagione. Dobbiamo dunque essere di quello che per cosò dire, fanno del bene senza saperlo. (Libro V, 6)
  • “Non ti infastidire, non ti perdere d’animo, non ti irritare  , se in ogni tua azione non riesci a comportarti secondi i principi di rettitudine; piuttosto riparti daccapo, se hai fallito, e considerati soddisfatto se la tua condotta risulta, almeno in buona parta degni di un uomo” (Libro V, 9)
  • “Niente accade mai a nessuno che questi non sia per natura capace di sopportare” (Libro V, 18)
  • “Sii saldo come lo scoglio sui cui si infrangono incessante i flutti: saldo, immobile, e intorno ad esse finisce per placarsi il ribollire delle acque”. (Libro 4, 49)
  • “Ricordati che cambiare opinione e dar retta a chi ti corregge è pure segno di libertà. È infatti anche questa un’azione tua, che si attua in armonia con il tuo impulso e la tua decisione, e quindi anche con il tuo intelletto. (Libro VIII, 16)
  • A ogni evento tieni davanti agli occhi quelli cui sono già successe le stesse cose, e che quindi se ne sono afflitti, stupiti, lamentati. Ma dove sono ora quelli? In nessun luogo. E dunque? Anche tu vuoi fare lo stesso? Non lascerai questi moti dell’animo, a te estranei, a quelli che li muovono e ne sono mossi, applicandoti da te interamente a come servirtene? E infatti riuscirai a farne buon uso e ne ricaverai del materiale per te.” (Libro VI, 58)
  • “Perché non li preghi (gli dei) che ti concedano di non temere niente di tutto questo, né il desiderio, n di provarne dolore, piuttosto che di chieder che una certa cosa avvenga o no?” (Libro IX, 40)
  • “Che nessuno ti senta più lamentarti della vita di corte; e non dar più occasione neppure a te di sentirti.” (Libro VIII, 10)
  • Dal mattino comincia a dire a te stesso: mi capiterà d’incontrare un curioso, un ingrato, un prepotente, un imbroglione, un invidioso, un asociale. Tutti questi vizi derivano dalla loro ignoranza del bene e del male.” (Libro II, 1)
  • “Non è facile vedere uno infelice perché non considera ciò che avviene nell’anima altrui; è invece inevitabile che siano infelici coloro i quali non prestano attenzione ai moti della propria anima.” (Libro II, 8)

Come trovare altre frasi di Marco Aurelio

Colloqui con se stesso - COVER riassunto

Sintesi e spiegazione del capolavoro di Marco Aurelio

Puoi scaricare la mia sintesi e spiegazione completa de “Colloqui con sé stesso” conosciuto anche con i titoli “Meditazioni”, “Pensieri” e “Ricordi”.
Questo eBook include:

  • i 20 insegnamenti principali del libro
  • le spiegazioni dei passaggi più importanti
  • consigli su come applicare gli insegnamenti del libro nella tua vita.

Spero che questa selezione di frasi di Marco Aurelio ti sia piaciuto. Personalmente le trovo di grande ispirazione e rileggo spesso queste citazione del grande imperatore e filosofo romano per cambiare prospettiva su ciò che mi accede ogni giorno.


Ottieni i miei corsi e riassunti

Se i contenuti che pubblico sul blog ti sono piaciuti, iscriviti ai miei corsi per ottenere tutti i miei riassunti. Organizzati in un percorso strutturato attorno a dei temi precisi (crescita personale, educazione finanziaria, produttività...), potrai scaricarli in formato PDF e audio.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *