Le 7 regole per avere successo

Le 7 regole per avere successo di Stephen Covey

25 milioni. È il numero di copie vendute da “Le 7 regole per avere successo” di Stephen Covey, senza dubbio uno dei migliori libri di crescita personale (non a caso tra i più letti e venduti di sempre). Pubblicato nel 1989, questo grande libro è diventato rapidamente un classico della sviluppo personale e a distanza di più di 30 anni rimane tra i libri da leggere in priorità per chiunque si avvicini al mondo della crescita personale e al miglioramento. In questa recensione troverai una sintetica rassegna di queste 7 regole per avere successo (che in una prima edizione italiana del libro erano definite come “I sette pilastri per avere successo”).

Tempo di lettura: 8 minuti

Ottieni i riassunti dei migliori libri di crescita personale

Leggo un libro a settimana la riassumo solo quelli che hanno un vero impatto sulla mia vita. Se vuoi ricevere i miei riassunti, dimmi solo dove posso inviarteli lasciandomi la tua e-mail qui:

La scheda del libro “Le 7 regole per avere successo”

Titolo italiano: Le 7 regole per avere successo / I sette pilastri del successo
Titolo in inglese: The Seven Habits of Highly Effective People
Autore: Stephen Covey
Anno: 1989 (USA), 1991 (Italia)
Numero di pagine: 391
Categoria: Crescita personale, successo, produttività
Link per acquistare il libro in italiano: amzn.to/31PQAeh
Link per acquistare il libro in inglese: amzn.to/34aZuVn

Per chi è “Le 7 regole per avere successo”

Le sette regole per avere successo è uno di quei grandi classici dello sviluppo personale che tutti, senza eccezioni, dovrebbero leggere.
Il libro di Covey è una lettura assolutamente indispensabile per chiunque voglia ottenere felicità e successo tanto a livello personale, relazionale e professionale.

La trama di “Le sette regole per avere successo”: il libro in un paragrafo

Le persone di successo sviluppano delle abitudini di successo che permettono loro di essere efficaci sia a livello personale che interpersonale. Per ottenere lo stesso successo non ci sono scorciatoie o trucchetti: per cambiare il risultato delle nostre azioni dobbiamo prima di tutto operare un cambiamento radicale in noi stessi. Questo cambiamento deve basarsi sulle abitudini descritte in Le 7 regole per avere successo: 1) Sii proattivo, 2) Comincia pensando dalla fine, 3) Metti le prime cose al primo posto, 4) Pensa in modalità Win-Win, 5) Cerca prima di capire, poi di essere capito, 6) Crea sinergie e 7) Affila la lama.

L’autore: Chi è Stephen Covey

Le 7 regole per avere successo di Stephen Covey

Stephen Covey è stato uno scrittore ed uomo d’affari americano. Grazie a “Le 7 regole per avere successo” (pubblicato nel 1989), Covey è entrato a ragione nell’Olimpo degli autori di crescita personale. Il suo libro ha venduto più di 25 milioni di copie con traduzioni in più di 50 lingue: un classico assoluto che continua ad aiutare ed ispirare milioni di persone nel mondo.

Le 7 regole per avere successo

Prima di esporre quali sono le 7 regole del successo, è importante notare che il titolo originale del libro è “The Seven Habits Of Highly Effective People”, ossia Le 7 abitudini delle persone altamente efficaci. Lo preciso perché il concetto di abitudine è centrale nel libro di Covey. E lo preferisco alle varianti proposte nell’edizione italiana che aveva prima scelto “I sette pilastri del successo” per poi cambiarlo in “Le sette regole per avere successo”.
Più che di regole quindi, l’autore parla di abitudini ed in particolare di abitudini di efficacia e produttività. Sì perché per produrre il cambiamento promesso nel libro di Stephen Covey, è necessario operare un cambiamento profondo in noi noi stessi attraverso una serie di abitudini che potranno darci successo e felicità.

Siamo ciò che facciamo ripetutamente.
L’eccellenza, non è un atto, ma un’abitudine.

— Aristotele

Vediamo adesso più nel dettaglio le 7 regole / abitudini.

#1 – Sii proattivo

Secondo l’autore de “Le 7 regole per avere successo”, la prima essenziale abitudine delle persone efficaci e di successo è essere proattivi.
Essere proattivi significa molto di più che essere capaci di prendere delle iniziative. “Significa che in quanto essere umani, siamo responsabili delle nostre proprie vite”. Vuol dire che il nostro comportamento è una conseguenza delle nostre decisioni e non delle nostre condizioni. Una persona proattiva possiede l’iniziativa di far accadere le cose, assumendosene la piena responsabilità.
Un comportamento che, quindi, è il risultato delle loro scelte coscienti e razionali, e mai di fattori esterni.

#2 – Comincia pensando alla fine

Cominciare pensando alla fine significa iniziare tutto con una chiara visione della nostra destinazione.
Dobbiamo quindi chiederci costantemente dove stiamo andando per capire meglio dove ci troviamo adesso e se i passi che stiamo compiendo ci stanno portando dove vogliamo.
Per aiutarci ad adottare questa abitudine, in “Le 7 regole per avere successo” Covey ci propone di immaginare il giorno del nostro funerale e considerare quello che vorremmo fosse detto quel giorno. Questo ci aiuterà a trovare la nostra personale definizione del successo.

Il modo più efficace per cominciare pensando alla fine è sviluppare una “dichiarazione della propria missione personale”, ossia la nostra filosofia di vita, il nostro credo, il nostro manifesto. Si tratta di qualcosa di personale appunto e per questo unico. Avere una dichiarazione della propria missione personale aiuta a prendere le nostre decisioni quotidiane perché al di là delle circostanze e delle emozioni ci permette di avere sempre ben presenti i nostri principi e valori supremi.

#3 – Metti le prime cose al primo posto

La terza fondamentale abitudine delle persone efficaci descritta in “Le 7 regole per avere successo” è mettere le prime cose al primo posto. La chiave di tutto è mettere sempre al primo posto le cose che sono davvero importanti, senza curarci della loro urgenza.

Capita a tutti di dedicarci ad un’attività solo perché sembra urgente o perché c’è qualcuno che vuole imporci le sue priorità (tipico il caso delle e-mail di colleghi che pretendono una risposta immediata). Ed è vero che ci vuole una grande disciplina ed una grande forza di volontà per essere capaci di dedicarci alle priorità dettate dai nostri principi (anche quando non abbiamo troppo voglia di farlo o siamo distratti da altro).
Centrali sono i concetti di importanza ed urgenza che ritroviamo nei 4 quadranti con cui Covey divide gli approcci alla gestione del tempo:

  • Primo Quadrante: le cose urgenti ed importanti (crisi, problemi molto pressanti, progetti importanti in scadenza)
  • Secondo Quadrante: le cose non urgenti ma importanti (prevenzione, networking, pianificazione…)
  • Terzo Quadrante: le cose non importanti ma urgenti (interruzioni, alcune telefonate, riunioni ed e-mail)
  • Quarto Quadrante: le cose non urgenti e non importanti (attività piacevoli, giochi, alcune telefonate ed e-mail, attività che ci fanno perdere troppo tempo…).

È molto importante essere capaci di concentrarsi sui quadranti I e II, ossia quelli che possono avere il maggior impatto a medio e lungo termine sulla nostra vita. Dobbiamo quindi concentrarsi sulle cose importanti (che siano urgenti o meno) e dedicare meno tempo alle cose poco importanti (terzo e quarto quadrante).

#4 – Pensa in modalità win-win

Con la quarta abitudine descritta in “Le 7 regole per avere successo” passiamo dall’ambito individuale a quello collettivo. La chiave per far funzionare ogni interazione con l’altro è pensare sempre in modalità win-win, assicurandoci che i rapporti con gli altri siano benefici e vantaggiosi per tutte le parti coinvolte.
Ci sono 6 paradigmi per le interazioni umane:

  • WIN-WIN: entrambe le persone vincono
  • WIN-LOSE: una persone vince a discapito dell’altra che perde
  • LOSE-WIN: una persona accetta di perdere affinché l’altro vinca
  • LOSE-LOSE: entrambi perdono
  • WIN: è il paradigma delle persone che sono concentrate su quello che vogliono (senza pensare necessariamente che altri debbano perdere)
  • WIN-WIN OR NO DEAL (nessun accordo): in assenza di una situazione di tipo win/win, in questo paradigma non c’è accordo.

Un approccio win-win è una vera filosofia di vita che vede il mondo in una dimensione di cooperazione piuttosto che di competizione. Le persone che pensano in modalità win-win sono convinte che il mondo abbondi di opportunità da cogliere per tutti. Il successo non è mai ottenuto a discapito degli altri perché tutti possono appunto “vincere” ed ottenere dei vantaggi.

#5 – Cerca prima di capire, poi di essere capito

Leggere, scrivere, parlare ed ascoltare sono 4 tipi di comunicazione: ben padroneggiare ciascuna di queste competenze è fondamentale per la nostra efficacia. Eppure riceviamo pochissimi insegnamenti per padroneggiare la capacità di ascoltare (a differenza delle altre 3 abilità). Saper ascoltare è fondamentale per ben capire gli altri. E solo capendo gli altri possiamo applicare la quinta importante abitudine delle persone efficaci e di successo: cerca prima di capire, poi di essere capito.

La maggior parte di noi in realtà fa esattamente il contrario: cerca prima di tutto di essere capito. Raramente ascoltiamo il prossimo e anche quando lo ascoltiamo è solo per prepararci a parlare. Cercare prima di capire significa cambiare radicalmente di paradigma e adottare l’ascolto con empatia. Si tratta della forma suprema di ascolto in cui ascoltiamo con l’obiettivo di capire davvero. L’ascolto con empatia riesce ad adottare gli schemi mentali di un’altra persona per vedere il mondo con i suoi occhi e sentire quello che sente.

#6 – Crea sinergie

In “Le 7 regole per avere successo” leggiamo:

“Quando compresa correttamente, la sinergia è la più grande attività in tutta la vita – vero test e manifestazione di tutte le altre abitudini messe insieme”.

La sinergia è dappertutto in natura: se facciamo crescere due piante l’una vicino all’altra, allora le loro radici inizieranno a cooperare e cresceranno meglio che se fossero da sole. La vera sfida è applicare i principi che possiamo osservare in natura nelle nostre interazioni personali. La sinergia nasce e prospera quando due o più persone si uniscono per catalizzare i propri sforzi, liberare la loro intelligenza e raggiungere risultati che da soli non avrebbero mai potuto raggiungere. Ecco cosa è la sinergia: quando il tutto è più grande della somma delle parti.

La sinergia è uno dei cardini delle relazioni interpersonali: ci permette di interagire con un approccio win-win e di trovare soluzioni che sono migliori di quelle che potremmo trovare da soli – e questo accade per tutte le parti coinvolte.

#7 – Affila la lama

La settima ed ultima abitudine consiste nel trovare il tempo di “affilare la lama” ed in qualche modo rende possibile tutte le altre abitudini delle persone efficaci e di successo. La lama da affilare sei tu stesso, perché sei il bene più grande che tu possieda.
Affilare la tua lama significa rinnovare costantemente le 4 dimensioni della tua natura: fisica, spirituale, mentale e sociale / emotiva. Per farlo dobbiamo essere proattivi (abitudine 1) e mettere le prime cose al primo posto (abitudine 3) lavorando sul secondo quadrante, ossia quello delle cose importanti ma non urgenti.

Conclusione su “Le 7 regole per avere successo”

Il vero cambiamento può avvenire solo all’interno e dall’interno di noi stessi. Ciò accade quando operiamo sulle nostre radici, ossia quei paradigmi essenziali che definiscono il nostro carattere e ci forniscono le lenti attraverso cui vediamo il mondo.
Si tratta di lavorare sulla nostra integrità per raggiungere coesione ed unità con noi stessi, le persone che amiamo e tutte le persone con cui interagiamo nella nostra vita. Secondo l’autore, è questo il frutto più delizioso delle 7 regole per avere successo.

Le 7 regole per avere successo PDF (riassunto in italiano)

Le 7 regole per avere successo - riassunto PDF

Se vuoi trarre il massimo da questo grande libro, sappi che ho preparato un riassunto in italiano (versione PDF e audio) che ti permette di ottenerne gli insegnamenti principali e soprattutto di applicarli alla tua vita (grazie ad un piano d’azione). Il riassunto di Le sette regole per avere successo è inserito nel mio corso “Crescita Personale 1” che include altre sintesi di grandi libri sulla crescita personale. Trovi tutti i miei corsi su questa pagina.

Le 7 regole per avere successo: i miei voti

Libri di crescita personale - Le 7 regole per avere successo

A distanza di più di 30 anni dalla pubblicazione, “Le sette regole per avere successo” rimane una dei libri di riferimento del mondo della crescita personale.
Come visto, il libro di Stephen Covey fornisce 7 preziose regole e abitudini da adottare per ottenere successo e felicità in vari ambiti della vita, tanto a livello personale che interpersonale.
Al pari di “Come trattare gli altri e farseli amici” di Carnegie e “Padre ricco padre povero” di Kiyosaki, siamo di fronte ad uno di quei libri che possono avere un impatto enorme sulla nostra vita.
Ecco i voti della mia recensione di “Le 7 regole per avere successo”:

Utilità
Facilità di lettura
Rapporto tempo/benefici
Media


Dai un voto a questo riassunto/articolo per motivarmi a scriverne altri. Grazie!
[Totale: 4 Media: 5]

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Questo contenuto è protetto e non è possibile copiarlo.