Risparmia con stile. Un espressione che ben sintetizza l’approccio che vorrei proporti oggi. Si perché in materia di finanza personale si parla molto spesso di tagliare le spese e spendere meno. Molto spesso però ritroviamo consigli e “dritte” che trasformano la nostra vita in una continua rinuncia. Allora se vuoi mettere da parte più soldi senza rinunciare al caffè al bar oppure a tutti quegli acquisti che sono importanti per te, questo articolo farà al caso tuo.

Come spendere meno: perché la filosofia del taglio drastico non funziona

Molti esperti di finanza personale ed educazione finanziaria consigliano di ridurre drasticamente le spese mensili, dando la caccia a tutte le spese non necessarie.
Un consiglio che ritroviamo spesso è quello di fare colazione a casa piuttosto che fuori perché i 3 euro che risparmi ogni giorno rappresentano 90 € al mese e 1 080 € all’anno. E questi 1 080 € in 30 anni possono diventare quasi 60 000 € grazie agli interessi. Facendo il calcolo, potresti arrivare a “soli” 32 800 € (1 080*30) mai in realtà grazie al fenomeno degli interessi composti, se investi questa somma, allora otterrai nel tempo un guadagno esponenziale.

Come spendere meno con la filosofia del “risparmia con stile” o dello “spenditore consapevole”

Tagliare le spese non necessarie è di sicuro importante. Ma c’è un problema di fondo in questa filosofia del taglio drastico: non ci permette di vivere una “vita ricca”.
Come ci spiega il grande esperto di finanza personale Ramit Sethi (autore di I Will Teach You To Be Rich), una “vita ricca” non è una vita in cui accumuliamo soldi ma piuttosto una vita in cui possiamo permetterci di spendere per le cose che amiamo e godercele.
Se prendere il caffè ed il cornetto al bar ogni mattina rappresenta un piacere per te, allora non dovresti rinunciarci (nemmeno per i 60 000 € promessi dopo 30 anni). 

Invece di rinunciare a tutti i piaceri della vita per spendere il meno possibile, possiamo adottare la filosofia del “risparmia con stile”. Con stile perché se volessimo applicare i consigli dati da molti esperti di finanza personale, dovremmo trasformarci tutti in taccagni che hanno paura anche di offrire il caffè ad un collega o amico. Quando poi si può risparmiare con stile ed in modo più intelligente.

Per dirla sempre con Ramit Sethi, questo approccio ci permette di diventare uno “spenditore consapevole”. In soldoni, questo significa dire NO alle cose che non contano per noi e dire SI alle cose che amiamo.
Diventare uno spenditore consapevole significa sapere esattamente come impieghiamo il nostro denaro, scegliendo le nostre priorità in modo di concentrare le nostre spese su quello che è davvero importante. Il risultato finale sarà spendere senza sensi di colpa, godendosi la vita e mettendo da parte un po’ di soldi allo stesso tempo.

Vuoi ricevere altri consigli per migliorare la tua educazione finanziaria? Ecco come:

Le 4 tappe per spendere meno senza grand rinunce.

Vediamo adesso le tappe per diventare uno “spenditore consapevole” e adottare la filosofia “risparmia con stile”.

Risparmia con stile: le 4 tappe

1 – Analizza le tue spese

In questa fase, devi analizzare le tue spese mensili e suddividerle in categorie. Per farlo puoi usare carta e penna, un foglio di calcolo sul computer o un app (la mia soluzione prefertiaà. Personalmente uso Linxo che si collega direttamente ai miei conti per analizzare tutte le spese (ma per ora l’interfaccia non è tradotta in italiano). Altre valide opzioni sono Expensify, Mint, Money Target e simili.

Questa analisi ti permetterà di capire se spendi troppo per cose poco importanti o non utili. In particolare, potrai capire se hai troppi abbonamenti (Netflix, palestra, telefono…). Usa il metodo à la carte per capire se un abbonamento è davvero giustificato: disdici i tuoi abbonamenti e per due mesi acquista all’unità (à la carte) i servizi equivalenti. Dopo 2 mesi calcola quale opzione è più comoda per te.

2 – Ottimizza le tue spese

Per ottimizzare le tue spese, usa la regola del 60%. Suddividi i tuoi soldi in panieri diversi: Il 60% di quello che guadagni deve coprire le tue spese mensili (vitto, alloggio, bollette, mutuo), il 10% dei risparmi a lungo termine, un’altro 10% i risparmi a breve termine (per le spese irregolari come un matrimonio, una vacanza…) ed il restante 10% per lo svago.

3 – Stabilisci i tuoi obiettivi di risparmio concentrandoti sulle grandi vittorie

Per riuscire a risparmiare in modo duraturo, devi procedere per gradi. È poco realistico pensare di poter risparmiare 30% dei nostri guadagni da un giorno all’altro. Un buon punto di partenza è il 10% che potremmo pian piano aumentare nel corso del tempo.
Per stabilire i nostri obiettivi di risparmio meglio concentrarci su quel 20% che può dare 80% dei risultati (ecco la famosa legge di Pareto applicata alla finanza personale).
Per essere sicuri di risparmiare ogni mese, possiamo usare il metodo delle “buste”. Si tratta di “buste” immaginarie in cui mettiamo diverse spese mensili (es. cibo, mangiare fuori, libri) con gli importi che vogliamo spendere. Quando una busta è vuota, possiamo trasferire i soldi da una busta all’altra ma quando le buste delle spese mensili sono vuote, allora dobbiamo smettere di spendere.

Se invece non hai abbastanza soldi, ci sono tanti modo per risolvere il problema. Senza approfondire l’argomento (che merita un articolo a parte) ecco qualche idea:

  • negoziare un aumento 
  • ottenere un lavoro più pagato
  • iniziare una seconda attività

4 – Mantieni il tuo piano di spesa consapevole

Quando avrai preparato il tuo piano di spesa consapevole ed applicato la filosofia del “risparmia con stile” (grazie alle tappe precedenti), la tua gestione finanziaria sarà molto più semplice. Sara, infatti, il tuo piano a guidare le tue decisioni e per alcune spese potrai semplicemente dire NO perché “queste spese non sono sul mio piano di questo mese”. Potrai così spendere senza sensi di colpa per le cose che ami e che avrai inserito nel tuo piano di spesa consapevole.
Dedica un’oretta alla settimana per analizzare le tue spese ed essere sicuro che stai rispettando il tuo piano. Se vuoi velocizzare il processo paga tutto con la carta e usa un’app di gestioni costi che analizza le spese al posto tuo.
E ricorda: per mantenere il tuo piano sul lungo termine deve essere realistico e non opprimente. Se inizi a vivere male la tua gestione finanziaria, allora significa che c’è qualcosa che non va e devi fissarti obiettivi più fattibili. 

Come applico la filosofia del “risparmia con stile”

Ho letto centinaia di libri di finanza personale e ho ritrovato spesso dei consigli per risparmiare di più e mettere soldi da parte. Ma devo dire che in molti casi, anche quelli più validi mi sono sembrati eccessivi: dedicarsi alla propria educazione finanziaria serve per godersi di più la vita e non per rinunciare a tutti i piaceri quotidiani. Per questo motivo nel tempo ho adottato questa filosofia del “risparmia con stile”. Ho deciso per esempio che per il cibo non bado a spese: si tratta dopo tutto di quello che io ed i miei figli ingeriamo, quindi non mi va di risparmiare. Stesso discorso per i libri e la mia formazione in genere: sono delle priorità e in generale delle cose che rendono la mia vita più felice. Ed applico la stessa filosofia per questi che mi permettono di risparmiare tempo, ossia la mia risorsa più preziosa: penso al lusso di avere qualcuno che pulisce casa al mio posto. Certo ha un costo, ma ne vale assolutamente la pena per me.
Ma nel tempo ho tagliato su cose che non sono assolutamente importanti per me: ho un auto modesta (che ha ormai 6 anni), compro raramente vestiti (e evito le grandi marche), ho lo stesso telefono da anni e prima di comprare qualcosa che non rientra nella mia lista delle priorità, ci penso più volte.

Conclusioni su come spendere meno con la filosofia del risparmia con stile

Spero che questa filosofia ti possa dare una prospettiva nuova su come spendere di meno e tagliare i costi. Una prospettiva che si allontana dalle classiche guide zeppe di consigli (spesso anche validi) per risparmiare di più ma che ti scoraggiano al punto da non volerne applicare nemmeno uno. Tutto quello che ho scritto può essere sintetizzato invece in una sola frase da applicare facilmente: spendi senza problemi per le cose che sono importanti per te e taglia senza pietà su tutto il resto.



Dai un voto a questo riassunto/articolo per motivarmi a scriverne altri. Grazie!
[Totale: 6 Media: 4.8]