Come risparmiare: i preziosi consigli di 7 esperti di finanza personale

Capire come risparmiare è fondamentale in materia di finanza personale. Si tratta del punto di partenza per raggiungere qualsiasi obiettivo finanziario. Mettere da parte un po’ di soldi è, infatti, la base per costruirsi un fondo d’emergenza, comprare casa ed investire il proprio denaro. Molto persone però non riescono a risparmiare abbastanza, spesso a causa di una gestione dei soldi che potrebbe essere migliorata. Per questo oggi vedremo insieme i consigli di 7 grandi esperti di finanza personale su come risparmiare.

1 – Paga prima te stesso: George Clason

George Samuel Clason è l’autore del famosissimo “L’uomo più ricco di Babilonia”, uno dei libri di finanza personale più letti di sempre. In esso leggiamo un prezioso consiglio su come risparmiare:

Paga prima te stesso! Una parte di quello che guadagni è tuo. Prima di spendere quanto guadagni, metti da parte il 10% per risparmiarlo ed investirlo. Il denaro che spendi per il cibo o altre spese di tutti i giorni non è veramente tuo perché lo devi dare a qualcun’altro. Al contrario, quando lo metti da parte allora ecco che il denaro rimane davvero tuo.

– George S. Clason in “L’uomo più ricco di Babilonia”

Sembra un’idea scontata, ma in realtà non lo è affatto. La maggior parte delle persone risparmia solo quello che rimane a fine mese (spesso molto poco). In altre parole, pagano se stessi solo dopo aver pagato la banca (con il mutuo) o il padrone di casa (con l’affitto), gli azionisti del supermercato (con la spesa), l’ENEL (per l’elettricità) e via dicendo.
Era quello che facevo anch’io fino a quando non ho letto “L’uomo più ricco di Babilonia”, un grande classico dell’educazione finanziaria. Stiamo parlando di un libro pubblicato nel 1926 e che possiamo dunque considerare la fonte originale di questa idea che è stata poi ripresa da tanti, a volte senza citare il libro di Clason.

In questo video ed episodio del mio podcast ti spiego perché è così importante pagare prima te stesso:

2 – Spendi solo il 70% di ciò che guadagni: come risparmiare secondo Jim Rohn

Nel suo “7 strategie per la ricchezza e la felicità“, il grande Jim Rohn scrive che in materia di finanza personale dobbiamo applicare la regola del 70/30. Questa regola stabilisce che dovremmo vivere con il 70% di quello che guadagnamo. Il restante 30% dovrebbe essere ripartito in ugual misura tra

  • carità (per aiutare i meno fortunati)
  • investimenti (per costruire maggiore ricchezza)
  • e risparmi (per prepararti agli inverni della vita).

Questo consiglio si coniuga benissimo con quello precedente tratto da “L’uomo più ricco di Babilonia”. Non a caso, Rohn cita il libro di Clason, consigliandone a tutti la lettura.
Per Jim Rohn, i poveri sono coloro che spendono i soldi e risparmiano ciò che resta. I ricchi, invece, risparmiano il denaro e spendono ciò che resta. E ancora una volta, non conta tanto quanto denaro guadagnamo o abbiamo ma quello che facciamo con tale denaro.

3 – Punta sui risparmi più che sugli investimenti: i consigli di Morgan Housel

Punta sui risparmi più che sugli investimenti: come risparmiare per Morgan Housel

Morgan Housel è l’autore del best-seller “La psicologia dei soldi. Lezioni senza tempo sulla ricchezza, l’avidità e la felicità”. In questo libro, Housel ci fornisce ben 20 lezioni sulla gestione dei soldi soprattutto a livello psicologico. Una delle 20 lezioni è “Risparmia soldi”. L’autore scrive:

La prima idea – semplice ma facilmente trascurabile – è che costruire ricchezza ha poco a che vedere con il tuo reddito o i guadagni sui tuoi investimenti, a molto a che vedere con la tua percentuale di risparmio.

— Morgan Housel in “La psicologia dei soldi”

Morgan Housel ci spiega che, in materia di finanza personale, molte persone sono troppo orientate sugli investimenti e troppo poco sui risparmi. Di certo una buona strategia di investimento potrà portare buoni frutti, ma esiste sempre un piccolo rischio quando investiamo e un dubbio sul fatto che la stessa strategia continui a funzionare nel tempo.
Discorso diverso per la nostra capacità di risparmio: la controlliamo al 100% e possiamo essere sicuri che mettere da parte soldi funzionerà domani come funziona oggi. Ecco qualche consiglio su come risparmiare di più:

  • puoi risparmiare iniziando a spendere meno
  • puoi spendere meno, se desideri meno cose
  • inizi a desiderare meno cose, se ti importa poco di ciò che gli altri pensano di te
  • non hai bisogno di una ragione specifica per risparmiare
  • quando accumuli risparmi, stai accumulando tempo e libertà, perché un giorno quei risparmi ti potranno aiutare a cambiare lavoro, ad avere più tempo per te stesso, ad intraprendere un progetto personale…

4 – Automatizza il risparmio: come risparmiare secondo Tony Robbins

In “Soldi. Domina il gioco” Tony Robbins scrive che la decisione più importante della tua vita riguarda quanto riesci a risparmiare ogni mese. Il resto della tua vita dipenderà proprio dalla tua decisione di mettere da parte una percentuale del tuo reddito di oggi per avere soldi a disposizione in futuro. Investendo tale somma in modo intelligente, costruirai pian piano quello che Tony Robbins definisce il tuo “Fondo Libertà”, una macchina da soldi che ti regalerà un reddito a vita e di conseguenza la libertà di disporre del tuo tempo e della tua vita come meglio credi senza essere schiavo del lavoro.

Robbins aggiunge un prezioso consiglio su come risparmiare: dovremmo rendere il nostro risparmio automatico per essere sicuri di non dimenticare o fare eccezioni: per farlo possiamo programmare un bonifico automatico. Una volta presa la decisione di risparmiare una % dissa dei propri risparmi, qualsiasi conto online ci permette di impostare un bonifico automatico che ad una data fissa effettua un bonifico da un conto all’altro. Così ogni mese i nostri risparmi aumenteranno senza nemmeno doverci pensare più. Personalmente, lo faccio ormai da anni e quando posso cerco sempre di automatizzare.

5 – Diventa uno spenditore consapevole: la strategia di Ramit Sethi

Ramit Sethi è uno degli esperti di finanza personale più conosciuto nel mondo. Nel suo “I Will Teach You To Be Rich”, Sethi ci parla del concetto di spenditore consapevole.

In materia di finanza personale si parla molto spesso di tagliare le spese. Molti esperti del settore consigliano di ridurre drasticamente le spese mensili, dando la caccia a tutte le spese non necessarie.

Tagliare le spese non necessarie è di sicuro importante. Ma c’è un problema di fondo in questa filosofia del taglio drastico: non ci permette di vivere una “vita ricca”. Una “vita ricca” non è una vita in cui accumuliamo soldi ma piuttosto una vita in cui possiamo permetterci di spendere per le cose che amiamo e godercele.
Invece di rinunciare a tutti i piaceri della vita per spendere il meno possibile, possiamo adottare la filosofia dello “spenditore consapevole”. In soldoni, questo significa dire NO alle cose che non contano per noi e dire SI alle cose che amiamo.
Diventare uno spenditore consapevole significa sapere esattamente come impieghiamo il nostro denaro, scegliendo le nostre priorità in modo di concentrare le nostre spese su quello che è davvero importante. Il risultato finale sarà spendere senza sensi di colpa, godendosi la vita e mettendo da parte un po’ di soldi allo stesso tempo.

6 – Vivi con meno: il consiglio su come risparmiare di J. L. Collins

Come risparmiare secondo J.L. Collins: vivi con meno

Secondo l’esperto di finanza personale J. L. Collins, un aspetto fondamentale per raggiungere l’indipendenza finanziaria è imparare a vivere con meno. Nel suo “The Simple Path to Wealth”, Collins consiglia una sorta di minimalismo finanziario che ci spinge a comprare solo il necessario. Dovremmo evitare i debiti come la peste, spendere il meno possibile ed investire il resto. Ogni spesa dovrebbe essere valutata con attenzione e valutata anche in termini di costo di opportunità. Ciò significa che se spendiamo 100 euro per qualcosa, dovremmo considerare che non costa solo 100€ ma 100€+ gli interessi composti che guadagneremmo se quei 100€ li investissimo. Quei 100€ potrebbero diventare 150 dopo 10 anni e 430€ dopo 30 anni grazie agli interessi composti. Se ragioniamo in questi termini, ci penseremo due volte prima di spendere quei 100€.
Un’altro buon consiglio per vivere con meno è non comprare mai di impulso e lasciar passare almeno 2 settimane prima di concludere un acquisto. Se dopo 2 settimane, siamo ancora convinti allora possiamo procedere. Altrimenti meglio risparmiare quei soldi.

7 – Procedi per piccole tappe: la strategia di Dave Ramsey

Per Dave Ramsey possiamo fare qualsiasi cosa dal punto di vista finanziario, se lo facciamo un passo alla volta. 2 dei 7 passi descritti nel suo famoso libro “Libertà finanziaria. Il piano definitivo per restaurare e potenziare le tue finanze” riguardano come risparmiare per mettere da parte un fondo di emergenza.

Il primo piccolo passo è risparmiare 1000 € per avere un fondo di emergenza. Questo fondo deve aiutarci se ci sono appunto delle emergenze. Dovremmo quindi sforzarci di raggiungere questa cifra risparmiando il più possibile ogni mese, perché il fondo di emergenza ci darà già maggiore serenità.

In seguito, il passo numero 3 consiste nel completare il fondo di emergenza. Per Ramsey, dovremmo mettere da parte l’equivalente di quello che ci serve per vivere dai 3 ai 6 mesi senza il nostro lavoro. Una famiglia che spende 2000 € al mese, dovrebbe avere da parte trai i 6 000 e i 12 000 € così da poter vivere se i coniugi perdessero il proprio lavoro. Più la nostra situazione è rischiosa, più il nostro fondo di emergenza dovrebbe essere grande. Così un imprenditore sposato ad una persona che lavora nel settore privato dovrebbe andare oltre i 6 mesi e avere un fondo di emergenza ben più grande.

Conclusioni su come risparmiare

È tutto per questa rassegna sui migliori consigli su come risparmiare. Che tu voglia mettere da parte un fondo di emergenza o magari essere in grado di investire, sapere come risparmiare è una delle competenze fondamentali per raggiungere i tuoi scopi. E anche se risparmiare sembra un’idea poco attraente, pensa alla libertà che potrai ottenere facendolo per avere una motivazione in più.


Ottieni i miei corsi e riassunti

Se i contenuti che pubblico sul blog ti sono piaciuti, iscriviti ai miei corsi per ottenere tutti i miei riassunti. Organizzati in un percorso strutturato attorno a dei temi precisi (crescita personale, educazione finanziaria, produttività...), potrai scaricarli in formato PDF e audio.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *